Ogni riccio un capriccio: il metodo della nonna per arricciare i capelli.

capelli ricci

La storia è sempre la stessa: chi li ha lisci li vuole ricci e chi li ha ricci li vuole lisci. E chi invece si dispera contro quella via di mezzo priva di forma? Si alterna tra piastre, ferri, bigodini e spume non proprio miracolose.

Ci sono metodi però, vecchi come il mondo, ai quali nessuno sembra dare più credito e che, da non sottovalutare, strizzano l’occhio anche alla salute del capello. No no, non è impossibile care amiche, bisogna solo industriarsi un po’ e rispolverare quei consigli che le nonne ci hanno sempre dato e che noi abbiamo forse snobbato.

Vediamo dunque come arricciare i capelli senza sottoporli allo stress dell’eccessivo calore e senza strumenti particolarmente sofisticati. Occorreranno solo un po’ di spuma, una buona dose di becchi d’oca e il vostro solito phon.

Il procedimento è molto semplice. Procedete al vostro solito shampoo, quindi tamponate i capelli con l’asciugamano e applicate la spuma.

A questo punto inizia il divertimento! Dovrete infatti avvolgere su se stessa ogni ciocchetta di capelli e poi fermarla con un becco d’oca.

Non servirà essere particolarmente precise, potrete anche avvolgere la ciocca senza seguire uno schema preciso. Quando avrete completato tutta la testa procedete all’asciugatura.

Una volta finito, ricordate di non togliere subito i becchi d’oca, ma di lasciarli ancora almeno un’oretta (più pazienza avete e più sarà soddisfacente il risultato).

Una volta sciolti i capelli, smuoveteli a testa in giù e picchiettate con una spuma fissante o con un po’ di lacca non troppo forte.

Prendersi cura della propria persona a partire da questi piccoli gesti vi farà sentire più consapevoli della vostra femminilità con un occhio al risparmio ed un altro alla salute del vostro capello che, senza trattamenti sfibranti, risulterà vivo, morbido e dal mood che più vi piace.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here